Una psicoterapia è un metodo terapeutico fondato sulla parola, attraverso il quale paziente e terapeuta lavorano sinergicamente in direzione dell’obiettivo concordato che può essere:

  • la riduzione di un disturbo psicologico,
  • di una psicopatologia conclamata,
  • la comprensione o il superamento di un disagio esistenziale
  • il sostegno per uno specifico e delicato momento di vita.

Il termine psicoterapia è composto dalla congiunzione di due parole: la radice “psiché” è tradotta come “anima” mentre la desinenza “therapeia” significa “cura”, quindi, in senso esteso, possiamo definire la psicoterapia come la “cura dell’anima”.

Come si svolge una psicoterapia?

Il percorso di cura viene concordato tra terapeuta e paziente definendone gli obiettivi e le finalità terapeutiche. Gli incontri si articolano sulla base di una cadenza regolare, spesso settimanale, in cui il terapeuta offre al paziente strumenti di comprensione per la messa a fuoco dell’esperienza fonte di disagio. Questi incontri sono finalizzati alla riduzione del sintomo e alla risoluzione, comprensione o eliminazione, di disturbi psicopatologici di varia entità che vanno dal modesto disadattamento sociale, lavorativo, scolastico o relativo a circostanze di vita, fino alla psicopatologia conclamata, dove la gravità della sintomatologia genera disagio marcato e costituisce un’importante compromissione della vita quotidiana dell’individuo.

Gli strumenti della psicoterapia

Attraverso tecniche applicative del proprio orientamento teorico, il terapeuta aiuterà il paziente ad orientarsi nella comprensione di sé e nel riconoscimento ed accettazione delle proprie emozioni per modificare, gradualmente, le condotte inadeguate e superare il disagio psicologico e i sintomi ad esso associati, favorendo comportamenti più consapevoli e funzionali, promuovendo le sue risorse cognitive, emotive e sociali per il suo benessere globale.

Spesso, si pensa alla psicoterapia come ad un procedimento lento, lungo e doloroso oppure come un percorso destinato fondamentalmente a chi sta male, a chi ha “qualcosa che non va”.

Nulla di più sbagliato!!!

La durata e l’esito della psicoterapia sono il risultato di un lavoro congiunto e strategico (o pianificato) tra terapeuta e paziente, in cui il primo fornisce al secondo gli strumenti adatti  per comprendersi meglio e superare il disagio fonte di malessere.